domenica 1 giugno 2008

Ciao Zia

Stanotte se n'è andata... questa volta la morte di una persona l'ho accettata abbastanza bene. Invece non avevo accettato per niente la malattia, e il corso così veloce.
Vedere in soli 3 mesi una persona cambiare così tanto non mi era mai successo. Da gran lavoratrice e donna energica, così velocemente vederla dimagrire inesorabilmente, vederla seduta su una poltrona, non riuscire più a camminare e infine non riuscire più a respirare...

Quest'oggi la morte l'ho vista come una liberazione.

Certo sapere di non sentire più la sua voce, voce di donna fumatrice, roca e quasi maschile, una voce inconfondibile.
Sapere di passare davanti alla sua abitazione ed essere consapevole che dentro non ci sarà lei.
Sapere che non mi preparerà più un caffè.
Sapere che per Natale non andrò a farle gli auguri.
Sapere tutto questo fa malissimo.

2 commenti:

Antaress ha detto...

:'(

Anonimo ha detto...

ti abbraccio forte forte
sami