giovedì 10 gennaio 2008

Yogurt fatto in casa

Ormai è già quasi un annetto che ho la yogurtiera, e devo dire che sono proprio felice di questo acquisto. Costa poco (mi sembra intorno a 14 euro!?) e insieme danno anche i barattolini con il tappo (tanto carini..) dove preparare lo yogurt e poterlo conservare in frigorifero. Si può autoprodurre lo yogurt senza la macchina dello yogurt, visto che poi in pratica l'unica funzione che ha è quella di mantenere il tutto ad una temperatura costante intorno ai 30 gradi, però secondo me è molto più pratica.

All'inizio seguivo il procedimento che è scritto sulla confezione, d'altra parte non avendolo mai fatto è meglio andare passo passo... poi piano piano ho personalizzato il procedimento e sinceramente è anche più veloce e il risultato ottimo.

COME SI FA

PER UNO YOGURT SEMPLICE NATURALE BIANCO:

Il procedimento è davvero davvero facile facile..

La prima volta si compra uno yogurt naturale qualsiasi, e si miscela con un litro di latte a temperatura ambiente mescolando bene bene.

Si può mettere nei vari barattolini forniti dalla yogurtiera o se si preferisce si può versare il futuro yogurt in una vaschetta piuttosto capiente, in modo che ogni volta che avete voglia di yogurt non dovete per forza mangiarne un vasettino intero, ma potete prenderne a piacimento. Sarebbe importante non magiare però direttamente da dentro la vaschetta, altrimenti si rischia di far andare a male lo yogurtino perchè viene a contatto con la nostra saliva che rimane sul cucchiaio. (a essere onesta però a volte ci mangio direttamente dentro e non è mai successo niente... avrò una saliva asettica!? )

Si lascia yogurtificare al calduccio per 5 ore e mezzo circa (magari se è inverno e particolamente freddo si può lasciare anche 1 oretta in più) A questo scopo è utile il timer [che si può applicare ad altri eletrodomestici, volendo anche al forno], in modo da poter programmare lo spegnimento della macchinetta e poter dormire sonni tranquilli. (le istruzioni dicevano da 8 a 12 ore.. ma di solito ci veniva anche un sacco di siero sopra..quindi secondo me viene più buono così... il sapore rimane anche meno acido... ma insomma ognuno ha i suou gusti! )

Importante è però ricordarsi di riempire con questa miscela un vasettino a sè, in modo da avere un "primer" per la prossima volta, così non occorre più comprare altri yogurt per le prossime yogurtificazioni.

Per esempio come si vede nella foto si può usare una vaschetta finita del gelato, quelle di plastica col tappo, così poi in frigo si mantiene bene.


Lo yogurt preparato in questo modo ha il vantaggio che essendo neutro dovrebbe mettere tutti d'accordo, nel senso che ogni membro della famiglia può gustarlo come più preferisce, al naturale senza zucchero, bianco con lo zucchero, con la frutta fresca, con i cereali, con la frutta secca, con la marmellata ecc ecc... insomma è molto versatile, essendo al naturale può essere perfetto anche in cucina, come accompagnamento ad insalate, oppure al posto della panna nella pasta.

L'unico problema è se siete un po' pigri o non avete davvero tempo, e non avete voglia ogni volta di mettervi lì a tagliare la frutta per lo yogurt.

In questo caso si può preparare lo yogurt già con la frutta dentro e zuccherato, proprio come quelli che si comprano:


PREPARARE UNO YOGURT AROMATIZZATO:

Il procedimento è lo stesso identico che per preparare lo yogurt di prima.
Solo che all'inizio, prima di cominciare la yogurtificazione, dovete mescolarci anche la frutta e lo zucchero.
In questo caso è però importante che la frutta sia cotta e non cruda perchè potrebbe contenere microrganismi che potrebbero compromettere la riuscita ottimale dello yogurt.
Quindi è sufficiente tagliare la frutta (o anche un mix di frutta) che preferire a pezzettini e poi buttarla in padella con un pochino di acqua e lo zucchero. La fate cuocere fino a che diventa morbida, la schiacciate con una forchetta e aspettate che si raffreddi, dopodichè versate il tutto nel mix di yogurt-latte e mescolate bene. Mettete tutto nella yogurtiera, aspettate 5-6 ore e lo yogurt è fatto!

Personalmente mi consiglio di provare con la banana... è perfetta perchè si "spappola" bene bene e si amalgama perfettamente con lo yogurt.

I TIPI DI LATTE:

Ovviamente la qualità del latte influisce notevolmente il risultato.
Con il latte scremato lo yogurt viene piuttosto liquido, ed è facile che si formi il siero.

Con il latte parzialmente scremato viene già decisamente più cremoso e buono e di solito non si forma nemmeno il siero

Con il latte intero viene piuttosto simile allo yogurt parzialmente scremato... non ci vedo una grandissima differenza, è solo ancora più cremoso

Se invece fate latte intero + panna liquida allora diventa un dessert da leccarsi i baffi!!!




conclusioni:

  • Lo yogurt è buonissimo e si può fare ogni volta in modo diverso, come si preferisce.
  • La natura è felice perchè in questo modo non compriamo ogni volta la confezione di cartone con i vasettini di plastica che puntualmente gettiamo via nella spazzatura.
  • Economicamente è conveniente.
  • E' anche divertente!!!

19 commenti:

Dolcetto ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di comprarmi la yogurtiera!!
Ciao, buon w.e.!

scriccia ha detto...

Comprala allora, ti da un sacco di soddisfazione!! E poi a te che piace fare tante cose buone e dolci, lo puoi usare benissimo nelle torte!!
E poi aggiungendo un po' di agar agar vengono dei budini speciali! :-)
buon fine settimana anche a te!! :-)

Vera ha detto...

Questo me lo devo leggere per bene, mi pare interessante. ;-)
Anch'io ho la yogurtiera, ovviamente vegan, e trovo molto comodo il fatto che faccia tutto lei!

Ary --- TRINITY ha detto...

Ho la tua stessa yogurtiera...Il primo tentativo (seguendo le istruzioni del libretto) è stato più che disastroso. Poi mi è stato detto di scaldare il latte fino a 40 gradi... è andata un po' meglio, ma anche se erano commestibili non sono venuti buoni come quelli confezionati. E poi... 5 ore anzichè 12?!? Domani ci riprovo (e magari ci butto dentro anche un po' di frutta), poi ti faccio sapere se è andata meglio. Mi sono lasciata demoralizzare e non ho più riprovato, ma non c'è 2 senza 3

essenzedinatura ha detto...

Bell'articolo, grazie.
Bob

scriccia ha detto...

@vera: solo che non so se i tempi sono gli stessi con il latte di soia..
Un po' di tempo fa volevo passare anch'io alla produzione vegan di yogurt.. così ho comprato uno yogurt alla soia (che non l'avevo mai sentito)... ma non mi piaceva proprio... uffi :-(

@ary: dai dai riprova allora! prova anche a cambire marca di latte però. Perchè ad esempio io che sono di solito risparmiosa e compro il latte che costa meno di tutti, ho notato una bella differenza, ovvero più facilmente mi si separa il siero... non mi chiedere da cosa dipenda visto che il latte pensavo fosse tutto latte uguale, ma evidentemente non è così..
Cmq in generale con il parzialmente scremato mi viene bene con tutte le marche (tranne appunto il più economico..)
Fammi risapere!!! Magari mi scrivi una mail, ok?

@essenzedinatura: grazie! :-)

Vera ha detto...

I tempi più o meno sono gli stessi, ma non l'ho fatto molte volte... per un periodo sì, ma anni fa. Usavo i fermenti, comunque, perchè con lo yogurt normale viene un po' troppo liquido... Da mangiare al naturale non è molto buono, ma per farci la panna acida è ottimo! E anche alla frutta, aggiunta al momento!

Ary --- TRINITY ha detto...

è venutooo! e buono anche :P ho sempre usato latte d'alta qualità, sbagliavo procedimento (del resto le istruzioni non spiegavano niente), una volta ho usato latte troppo freddo, un'altra invece ho lasciato i tappi sui vasetti...e che cavolo, se non lo dicono! Comunque ora sto producendo la seconda infornata...

scriccia ha detto...

Ary!! Hai visto che ti è venuto bene?? Sono felice davvero di esserti stata di aiuto!
Hai visto, senza farci tanti problemi a riscaldare prima il latte a 40°, basta prenderlo a temperatura ambiente e non ci si sbaglia! ;-)
Fammi sapere le prossime produzioni!!
Un bacio!!

Bea. ha detto...

grazie del consiglio per lo yogurt con la frutta........io lo facio sempre al naturale ma ora proverò con la frutta.....ti farò sapere.
complimenti per il blog...come ho un pò di tempo lo spulcio tutto!!!!
ciao bea

eleninni ha detto...

Io faccio lo jogurt con la jogurtiera da tempo e mi viene molto bene: utilizzo un qualsiasi latte intero a lunga conservazione e di preferenza uno jogurt bianco intero della Bergamin (io lo trovo commercializzato col marchio Dico) che mi pare più denso di altri, con la data di scadenza più lontana possibile; quindi imposto il timer a 13 ore (eh già! con meno ore mi pareva risultasse poco denso)
Ho trovato il tuo blog perché volevo sapere se fosse possibile preparare lo jogurt zuccherando il latte all'origine, per non dover invece aggiungere ogni volta lo zucchero allo jogurt pronto, che è una gran noia e non viene neppure bene. Mi sembra di aver capito di sì e ora sto provando... ti farò sapere. Grazie e complimenti!

eleninni ha detto...

Scusa, lo riscrivo... prima non avevo pronto l'account google.

Io faccio lo jogurt con la jogurtiera da tempo e mi viene molto bene: utilizzo un qualsiasi latte intero a lunga conservazione e di preferenza uno jogurt bianco intero della Bergamin (io lo trovo commercializzato col marchio Dico) che mi pare più denso di altri, con la data di scadenza più lontana possibile; quindi imposto il timer a 13 ore (eh già! con meno ore mi pareva risultasse poco denso)
Ho trovato il tuo blog perché volevo sapere se fosse possibile preparare lo jogurt zuccherando il latte all'origine, per non dover invece aggiungere ogni volta lo zucchero allo jogurt pronto, che è una gran noia e non viene neppure bene. Mi sembra di aver capito di sì e ora sto provando... ti farò sapere. Grazie e complimenti!

Anonimo ha detto...

cercavo dei consigli è li ho trovati :) mille grazie

mafalda ha detto...

ciao,
sono Cristiana ed ho anch'io la stessa yogurtiera!A me però viene sempre molto liquido,e con tanto siero! lo faccio con il latte parzialmente scremato e, ahimè, finora ho sempre seguito le istruzioni lasciandolo per 10-12 ore! proverò afarlo in 5-6 ore come suggerisci tu! Il sapore comunque è sempre buono, io o sperimentato con lo zucchero, con la panna, con la vanillina, con la marmellata o insieme a dei frullati di frutta fresca, con la cioccolata,con gli sciroppi....è divertente cercare sempre nuove soluzioni!visto che ci sono ti chiedo se, nell'eventualità continuasse a venirmi liquido, conosci qualche prodotto naturale che possa servire da addensante? ad ogni modo ora proverò a seguire le tue istruzioni, magari mi viene da subito più "sodo" e non ho bisogno di altro! Saluti
Cristiana

Anonimo ha detto...

A me viene sempre diverso. non c'è una volta che sia uguale. Oggi è venuto con tantissimo siero, tre giorni fa super cremoso, cinque giorni fa liquido...bho? Io sinceramente non ci capisco molto. Ho una iogurtiera senza elettricità, è tedesca vegana certificata, funziona ad acqua calda. In ogni caso non è così semplice come viene scritto. Non è che non venga ma sembra come quando gli americani fanno la pasta, o è cruda o è scotta.

orsetto ha detto...

...ciao sono nuovo e molto incuriosito sull'autoproduzione...
ho una yogurtiera della Girmi e fino ad ora non ho avuto risultati soddisfacenti.Dipende,forse,dal fatto che lo lascio fermentare per 10-12 ore come indicato dalle istruzioni della Girmi?..lo yogurt prodotto è di solito sieroso e dissociato utilizzando gli stessi tuoi ingredienti.Devo forse tenerlo solo 5-6 ore a fermentare?....grazie...c'è molta passione in quello che fai!!

debora ha detto...

Salve a tutti, ho fatto yogurt con la yogurtiera e mi è venuto bene, sia di sapore che di consistenza, ma non appena ho iniziato a condirne alcuni vasetti quelli sono diventati liquidi e il risultato è stato quello di un ottimo frappè..ma non yogurt...c'è qualcuno che puo' dirmi perchè??grazie.

Anonimo ha detto...

Ciao!

sono capitata per caso nel tuo blog e ti devo ringraziare tantissimo dei consigli, finalmente riesce anche a me lo yogurt fatto in casa!!!

un abbraccio G.

mary ha detto...

e' la seconda volta che faccio lo yogurt e devo dire chee e' molto buono,non ne ero un amante ma non sapevo mai cosa mangiucchiare e questo alimento e' perfetto!
anche se ho la yogurtiera non l ho ancora usata,la prima volta ho usato un thermos e la prima la pentola a pressione(solo x mantenere i piu il calore)ma ancora non mi e' venuto bello denso e l ultimo un pochino grumoso e con siero ma il sapore e' ottimo,quindi la prossima volta sara' ancora piu buono!io lo faccio normale bianco poi a seconda del momento aggiungo frutta o noci(cio che la natura mi ha gentilmente concesso durante l anno,adoro il posto dove vivo ho tutto a portata di albero!quindi a chi ancora nn e' convinto dico di provare xk e' facile e lo dice una che e' una frana in molte cose,e' buono,gratificante,sano,economico e zero spreco,se nn lo si zucchera lo si puo usare come la panna da cucina!!!